Case History

Snapchat per la promozione degli eventi

Snapchat Jens Büttner / picture-alliance/dpa file

Avrete sicuramente sentito parlare di Snapchatl’applicazione per smartphone di messaggistica instantanea che permette di inviare messaggi, corredati di foto, che hanno una durata limitata all’interno del cellulare di chi riceve il messaggio. Dopo pochi secondi non c’è traccia di ciò che si è ricevuto nelle memorie del cellulare (almeno ufficialmente) ed è per questo che è un’applicazione spesso utilizzata per il sexting.

Ha un valore di circa 4 milioni di dollari grazie a un’offerta d’acquisto fatta da Facebook e rifiutata dalla società californiana fondata da Bobby Murphy ed Evan Spiegel.

Snapchat è un’ottima nuova frontiera di marketing per chi si occupa di eventi e per chi vuole promuovere dei brand durante degli eventi noti. Scopriamo insieme alcune case history interessanti con diversi scenari: un’opportunità data da un evento di portata globale, un festival musicale locale, una campagna di sensibilizzazione sulla salute degli animali e un lancio di una collezione di cosmetici.

Audi

Da anni Audi si è dimostrato un brand pioniere di nuove tecniche di comunicazione durante eventi mediatici giganteschi. Durante la 48° edizione del Superbowl, la finale della National Football League che si è disputata il 2 febbraio 2014, Audi per attirare l’attenzione dei millennials, ha deciso di inserire all’interno della propria strategia di marketing anche Snapchat. Durante la partita sono state inviate tramite la app delle immagini spiritose create in linea con il tipico comportamento degli spettatori, o dei loro animali, durante le proiezioni di eventi sportivi in tv. Con questa mossa Audi ha acquisito circa 5.500 followers solo durante la partita, in aggiunta ai 5.000 che hanno seguito il brand nei precedenti due giorni, diventando il primo brand a registrare una crescita talmente rapida del consenso su Snapchat.

La strategia è stata semplice quanto efficace: il brand, in collaborazione con l’agenzia di creativi Huge and The Onion, ha creato un rapporto empatico e di intrattenimento con la Generazione Y, generando buzz organico. Hanno beneficiato di questa strategia tutti i canali social: +2500 nuovi follower su Twitter e la fanbase di Facebook è incrementata di 9.000 persone.

La campagna ha ricevuto un totale di 100.000 visualizzazioni su Snapchat e ha generato 2.400 menzioni su Twitter, raggiungendo un totale di 37 milioni di newsfeed. Il 30% delle conversazioni a proposito di Audi durante il Super Bowl sono partite da Snapchat. Il team dell’agenzia ha inserito manualmente 9.600 followers all’account di Audi in 48 ore, raggiungendo così un totale di 10.500 followers. Una quantità sensibile di persone che si sono affezionate al brand e sono predisposte a ogni tipo di interazione futura tramite Snapchat.

Tennent’s Vital

Il Tennent’s Vital è un festival di musica che si tiene a Belfast d’estate. Il 21 marzo 2014 gli organizzatori hanno annunciato che quest’anno si sarebbe tenuto nella terza settimana di agosto e non nel weekend di ferragosto come l’anno scorso, creando pathos a proposito degli headliner. Il 25 marzo hanno confermato i primi artisti del cast: The Killers. Dove lo hanno fatto? Oltre che sui loro canali social tradizionali, anche su Snapchat, dove hanno dato prima una serie di indizi e poi svelato i protagonisti. Hanno organizzato anche dei contest rivolti esclusivamente agli utenti di Snapchat: i fan della band sono stati invitati a inviare delle cover da pochi secondi di una canzone famosa del gruppo di Las Vegas e, i migliori, hanno ricevuto due biglietti per il concerto. Il festival non si è ancora svolto, quindi sicuramente ci saranno nuove sorprese fino ad agosto, da tenere d’occhio.

World Wildlife Fund

Come sottolineato prima, la natura dei messaggi su Snapchat è quella di scomparire in fretta, così come rischiano di fare alcune specie protette il cui numero di esemplari sta considerevolmente diminuendo. Il World Wildlife Fund ha lanciato in Danimarca e Turchia, grazie a un’idea creativa dell’agenzia Grey Group,  la campagna #LastSelfie.“If we don’t take action in real life, these species will disappear for real”. Agli utenti che hanno deciso di seguire l’account del WWF sono arrivate delle foto in primo piano di animali protetti. Queste specie a rischio spariranno rapidamente proprio come fanno i messaggi su Snapchat se non agiamo in fretta per proteggerle. Ecco il video della campagna:

NARS

Uno di quei brand da sogno, i cui prodotti abbiamo visto e stravisto nei tutorial e tra i più amanti delle make-up artist del web e di youtube: NARS.

Il blush Orgasm ha segnato la storia del colore nel maquillage degli ultimi anni e forse proprio per questo ogni nuova collezione è attesissima. A settembre 2013 per lanciare la collezione in collaborazione con Guy Bourdin il reparto digital di NARS ha avuto una trovata geniale: creare un teaser cross-social. Attraverso Twitter e Instagram, NARS ha comunicato che solo chi avesse aggiunto il brand su Snapchat prima delle 12 p.m. del 24 Settembre 2013 avrebbe avuto un’anteprima dei pezzi più importanti della collezione. L’opportunità di condividere contenuti personalizzati e con una scadenza breve nel tempo ha stimolato ancora più del solito il buzz intorno alla collezione creando un’estrema curiosità a proposito della presentazione.

Che sia quindi un modo per promuovere un brand durante un evento o pubblicizzare l’evento stesso, questi sono solo quattro casi che ci sono sembrati interessanti, ma le possibilità di utilizzo sono infinite. Vi è capitato di notare campagne altrettanto degne di nota?

Per la foto si ringrazia NBCnews.com



Hai un nuovo evento da creare?

Prova Metooo

Inserisci la tua email per ricevere la nostra newletter settimanale


comments powered by Disqus