Organizzare una festa in spiaggia a Ferragosto

“Le bionde trecce gli occhi azzurri e poi…” cantare questa canzone intorno al Falò di Ferragosto è sempre stato una grande tradizione. Come festeggiare se non in compagnia sulla spiaggia, alla luce di un fuocherello domato e non pericoloso su cui magari riscaldare qualcosina da mangiare? Come è possibile organizzare un Falò o qualcosa di simile senza dimenticare di essere scrupolosi e rispettosi dell’ambiente? Ridimensionando le proprie aspettative prima di tutto e agendo con intelligenza nel rispetto di alcuni semplici consigli.

Come coinvolgere i timidi agli eventi

“Shyness is nice, and. Shyness can stop you. From doing all the things in life. You’d like to” dicevano gli Smiths in Ask. Chi può contraddirli? Quante volte siamo stati timidi a una festa in cui non conoscevamo nessuno, ma avremmo voluto ballare al centro della pista? Quanti tentativi ci sono voluti prima di riuscire a viaggiare da soli per lavoro senza annoiarci, magari facendo conoscenza con qualcuno durante gli spostamenti in treno o in aereo? Quante domande avremmo voluto porre agli speaker, ma non avevamo voglia di parlare davanti a tutti? Proprio perché abbiamo sperimentato in prima persona la timidezza dobbiamo aiutare i più timorosi durante gli eventi che organizziamo.

Come trovare uno sponsor per il tuo evento

Hai pensato a un evento da organizzare ma non sai come finanziarti? Bè, potresti aver bisogno di uno sponsor. 
In cambio di visibilità, della proposta di un’offerta particolare a un gruppo di persone selezionato o semplicemente per avere dei vantaggi fiscali, alcuni brand potrebbero decidere di finanziare in parte o interamente il tuo evento. Nell’ambito della sharing economy o collaborative economy è molto utilizzata la possibilità di scambiare delle forniture di cibo, vino o l’affitto di una stanza in un locale in cambio di pubblicità. Questa attitudine, per esempio, è alla base di alcuni eventi creati per la community dai marketing manager di Yelp e funziona molto bene!